Studiare con il caldo? Ecco come si fa!

studiare-con-il-caldoEstate tempo di vacanze!  :-D

Anche noi di iMeMo University siamo pronti a rilassarci sotto l’ombrellone, però non volevamo lasciarvi senza un paio di consigli utilissimi per affrontare queste assolatissime vacanze.

 

CONSIGLI PER CHI DEVE STUDIARE CON IL CALDO

Per chi di voi dovrà studiare per gli esami di settembre o preparare qualche test di ammissione per le facoltà universitarie, i consigli principali sono questi:

  • Evitate le ore troppo calde della giornata. Altrimenti il vostro cervello rischia di fondere.
  • Bevete tantissima acqua, vi terrà molto più svegli, attivi e produttivi. Ricordiamoci che l’acqua mantiene alto lo scambio idrolitico tra le cellule e quindi alto il livello di energia.
  • Riposatevi, perché il vostro cervello ne ha bisogno ma solo dopo esservi fatti un piano di lavoro ben strutturato. (Se non riposate il giusto tempo rischiate di iniziare un anno di studio più stanchi di prima e questo non vi aiuterebbe!)

Allo stesso tempo so che se non vi fate un piano di lavoro ben formato, arriverete i 10 giorni prima delle prove che avete da affrontare che non avrete fatto assolutamente niente e studiare un programma intero in 10 giorni è una cosa veramente ardua, improduttiva che vi farà iniziare l’anno con delle lacune così grandi da rendere un inferno il prossimo anno, che voi ci crediate o no. Questo non è per scoraggiarvi ma per darvi un gigantesco consigli, un po’ per volta è meglio di tutto in fretta e senza criterio!

E PER CHI NON DEVE STUDIARE?

Chi ha già superato tutti gli esami e non ha debiti formativi può permettersi di andare in vacanza a cuor leggero e godersi il meritato riposo, ma anche in questo caso abbiamo un consiglio da darvi:

  • anche se non vorreste fare altro che svagarvi e passare tutte le vostre serate tra amici e discoteca, dedicatevi un po’ di tempo al giorno (anche solamente mezz’ora) a leggere un libro o a fare qualche gioco di logica, per tenere sempre attivo il cervello!

Dovete sapere che all’interno del cervello ci sono delle cellule particolari, chiamate cellule gliali che favoriscono le sinapsi e il funzionamento del cervello. Tanto più si studia e si apprendono cose nuove, tanto più il cervello le produce e rimane attivo, sveglio, veloce e ben funzionante! Il che vuol dire che stare 1 mese intero senza toccare libro rallenterà troppo le vostra velocità celebrale. Allora se non volete accusare ad settembre l’immensa fatica di rimettervi sui libri a studiare, fare questo piccolissimo esercizio vi terrà in allenamento quanto basta!

Detto questo passate delle fantastiche vacanze, ci rivediamo a settembre con tante novità, eventi e consigli utili da condividere con voi!

Buone vacanze!!!