Responsabilità e obiettivi: il duo vincente!

responsabilità - imemouniversity

Oggi parliamo di responsabilità.
Proprio così!

Cosa c’entra, vi chiederete, con la lettura?

C’entra con tutti gli importanti cambiamenti!

Quando si pensa al metodo di studio, al modo in cui viene gestito il percorso di apprendimento, spesso si danno per scontate alcune cose perché pensiamo di poter applicare in eterno il metodo che ci hanno insegnato a scuola, e non prendiamo in esame la presa di responsabilità necessaria, anzi fondamentale.
Introdurre un cambiamento nella propria modalità di apprendimento dei contenuti, implica un nuovo modo di approcciare e di interiorizzare le cose, è frutto di una precisa scelta e del desiderio di raggiungere importanti obiettivi.
Se non vi assumete la responsabilità delle scelte che operate non dovrete poi lamentarvi per la delusione dei risultati non ottenuti, altrimenti si incappa nella situazione della torta Cameo.
Avete presente la torta Cameo?
Sì proprio quella che in televisione viene sempre buonissima e fighissima, poi arrivate voi, non la volete per 4 persone, ma per 7, reinterpretate le istruzioni presenti nel retro della confezione un po’ a modo vostro e quando ammirate la schifezza che ne viene fuori la considerazione è sempre la stessa: in televisione dicono un sacco di cavolate!
Siete certi di avere seguito alla lettera quello che c’è scritto sulle istruzioni? Mmmm

Che cosa c’entra il concetto di responsabilità con la lettura?
Apparentemente nulla, ma è dalle piccole cose, ben radicate però, che bisogna iniziare a lavorare per superare la propria area di sicurezza, per andare oltre, e senza la responsabilità non si arriva da nessuna parte.
La lettura è qualcosa di fondamentale, è l’accesso al mondo, alla conoscenza, è qualcosa che non sappiamo immaginare come distante da noi.
Questo rende più difficile il cambiamento di metodo e di mentalità, per questo bisogna avere delle leve forti, bisogna avere chiaro il risultato del cambiamento anche in funzione degli obiettivi che si hanno, perché sappiamo che quando c’è di mezzo un obiettivo forte la motivazione sale alle stelle.
E se apparentemente l’obiettivo non c’è?
Bisogna definirlo!
Un uomo senza obiettivi è come una nave senza timone”, senza un obiettivo gli individui non agiscono, non si muovono, non sono spinti all’azione. Spesso si parla di obiettivi in linea troppo generica ignorando il fatto che il metodo più infallibile per non raggiungerli è proprio quello di non definirli.
Quanto più preciso è l’obiettivo che vogliamo realizzare tanto più facile sarà capire come farlo.
Avere chiaro il proprio obiettivo significa indirizzarci verso la ricerca di strumenti e strategie mirate alla sua realizzazione.
L’obiettivo deve avere precise caratteristiche per essere raggiungibile.
Ecco come deve essere:
· Espresso in forma positiva
· Motivante e fattibile
· Preciso, chiaro, indipendente
· Definito nel tempo
· Ecologico
· Condivisibile

Responsabilità e obiettivi, questo il binomio da non perdere mai di vista quando si intraprende un cambiamento così importante sul proprio modo di apprendere!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Sei curiosa/o di conoscere meglio i dettagli e approfondire?
Scrivi a manuel@imemouniversity.it