Oggi tocca alla memoria a breve termine verbale!

imemouniversity- memoria a breve termine

Proprio così: oggi tocca alla memoria a breve termine verbale!

La memoria a breve termine è stata già oggetto di un precedente post, oggi approfondiamo  meglio l’argomento!

Anche la memoria a breve termine ha una sua organizzazione interna. Se proviamo ad immaginare la memoria come un insieme di scatole, la memoria a breve termine rappresenta uno dei due scomparti principali, essa infatti si articola in: memoria a breve termine verbale e memoria a breve termine visuospaziale, oggi analizzeremo la memoria a breve termine verbale!

La memoria a breve termine verbale serve a ricordare un’informazione per pochi secondi, una parola letta in un elenco o ascoltata da qualcuno che si trova vicino a noi, dunque accade che la parola, che ci arriva come un suono, e dunque con sue specifiche caratteristiche fisiche, finisce in una sorta di deposito chiamato magazzino fonologico a breve termine. Se voglio che quella parola non venga immediatamente dimenticata devo ripeterla, ripercorrerla mentalmente: questo processo è noto con il nome di ripasso articolatorio.

Dunque possiamo sostenere che il magazzino fonologico a breve termine e il ripasso articolatorio sono i due elementi fondamentali della memoria a breve termine verbale o anche fonologica.

Il magazzino fonologico può essere immaginato come uno spazio dove viene collocata un’informazione di cui ho bisogno per un lasso di tempo molto breve, dopo questo passaggio l’informazione viene velocemente dimenticata.

Sulla perdita dell’informazione in questa fase gli studiosi ci forniscono due spiegazioni:

  •   Lo psicologo inglese DonaId E. Broadbent propone la teoria del “decadimento della traccia”: i dati contenuti nell’informazione svaniscono a poco a poco perché l’informazione si spegne;
  •   Arthur Melton ci parla invece del “fenomeno dell’interferenza”: i dati contenuti nell’informazione vengono eliminati per lasciare spazio a nuovo materiale;

Queste due visioni evidenziano il fatto che quando parliamo di memoria a breve termine ci riferiamo a dati relativi ai pochi secondi che precedono il momento della rievocazione.

Buono studio!