Memoria Fotografica: ricordare ciò che vedi

Un consiglio importante per migliorare la propria memoria fotografica.

Quante volte vi è capitato di dover ricordare con un solo colpo d’occhio qualcosa che avete visto, un’informazione, il volto di una persona?

Pensa a quanto potrebbe essere utile riuscire ad avere una memoria fotografica tale per cui con un solo colpo d’occhio, con un solo sguardo anche di pochi istanti tu riesca a ricordarti un grafico, un’immagine, un numero oppure qualsiasi altra informazione.

Nè approfitto, voglio sapere come ricordare ciò che vedo!

Alcune volte capita di andare per strada e avere difficoltà a ricordarsi la giusta via oppure dove girare, oppure in che momento dover scegliere una direzione piuttosto che l’altra. Altre volte capita di passeggiare per strada rendersi conto di non aver visto per tantissimo tempo un negozio che invece era aperto da mesi. Quanto è divertente riconoscere la faccia di persone che hai conosciuto mesi fa’ e salutarle come se l’avessi viste poche ore prima, solo perché ti ricordi nel dettaglio il loro volto ed eventualmente il loro nome.

Sicuramente nella vostra vita vi sarà capitato di dover ricordare perfettamente delle immagini in modo dettagliato, ricordare dei grafici matematici o economici, o comunque per gli studiosi di materie sanitarie immaginate le mille particolarità del corpo umano o delle formule chimiche. Immaginiamo anche chi lavora in ambito forense, ricordare i minimi dettagli di un luogo può realmente fare la differenza. Proprio per questo in queste poche righe troverete le indicazioni necessarie per poter migliorare drasticamente la vostra memoria fotografica.

Un principio fondamentale per ricordare i dettagli è l’attenzione che riponiamo nel guardare quell’oggetto. Scommetto che se chiedessi a ognuno di voi di dirmi che tipo di numeri sono disegnati nel quadrante del vostro orologio da polso qualcuno avrebbe difficoltà a dirmi in questo momento, senza guardarlo, se ha disegnati i numeri arabi, romani, o addirittura solo le lancette senza i numeri.

Un altro punto fondamentale, se vogliamo ricordare in modo molto dettagliato l’immagine, è di dividerla in più immagini più piccole. Questo perché ricordare i dettagli di un immagine di dimensioni ristrette è più semplice per il nostro cervello.

Facendo tutto questo dovreste già avere in mente un immagine abbastanza chiara dell’oggetto che dovete ricordare; Per aumentare ancora di più la vostra capacità di ricordo cercate di focalizzare la vostra mente sul ricordo di colori e dettagli, anche quelli che si ripetono. Per ultima cosa cercate di ricostruire mentalmente l’immagine dopo averla memorizzata.

Con un po’ di pratica vi accorgerete che ricordare le immagini fotografiche e i particolari sarà una vero e proprio gioco da ragazzi.

Ora l’unico modo per apprendere al meglio quello che avete appena imparato è applicarsi, quindi cimentatevi subito nella memorizzazione di qualcosa per voi importante.

Durante il Corso IMeMo UNIVERSITY imparerai praticamente come lavorare sulla memorizzazione fotografica e scoprirai quali sono le 7 regole d’oro per ricordare le immagini e qualunque tipo di dettaglio visivo, dalle sezioni anatomiche, alle opere storico artistiche, alle piante di disegno tecnico.

Non mi resta che augurarti una buona memorizzazione e BUON LAVORO

Nè approfitto, voglio saperne di più!