2 Tecniche di Rilassamento Homemade

tecniche-di-rilassamento

La società di oggi, il mondo del lavoro, l’ambiente universitario o scolastico ci richiedono sempre di più di essere multitasking, di portare avanti progetti in modo veloce ed efficace. Immagina quindi le volte che avresti voluto studiare per più ore ma hai avuto grande difficoltà a gestire la tua concentrazione, a mantenere il filo del discorso piuttosto che pensare a tutt’altro mentre stavi leggendo un testo.

Scommetto che ci sono volte che vorresti studiare e apprendere in poco tempo  tutto quello che devi ricordare, però poi non riesci a portare a termine gli obiettivi che ti sei prefissato. Magari sei al lavoro ma non riesci a portare avanti i progetti. Pensa anche quanto l’ansia e lo stress ti hanno giocato brutti scherzi, non facendoti rendere quanto realmente meritavi e per quanto ti eri preparato.

Per questo ti voglio dare dei consigli per auto rilassarti ed imparare a gestire lo stress ed aumentare il tuo livello di concentrazione. Tutto questo ti porterà ad essere più rilassato, a studiare e lavorare più rapidamente e ad essere molto più produttivo.

Si sente sempre più parlare di tecniche di meditazione e yoga ma quello che ti sto consigliando sono 2 semplici tips sulle tecniche di rilassamento che puoi applicare da solo anche senza l’aiuto del tuo istruttore di yoga.

  1. la MUSICOTERAPIA è una delle tecniche di rilassamento più utilizzate. Aiuta il cervello ad entrare in fase alfa, quello stato cerebrale in cui lo scambio sinaptico interneuronale tra l’emisfero sinistro e l’emisfero destro è più alto, quindi il tuo cervello è più concentrato e apprende più facilmente le informazioni che dobbiamo ricordare. Quali musiche possiamo utilizzare? Sicuramente l’hard rock non è consigliata allo scopo, ma musiche con un ritmo continuo, strumenti classici, possibilmente non cantata.
  2. La RESPIRAZIONE è una delle fonti di rilassamento più antiche. Aiuta a scaricare l’ansia e lo stress. Soprattutto a trasformare li distress in eustress, cioè quella buona dose di stress che però ti tiene sveglio nelle situazioni importanti e pronto a reagire. Se fossi troppo rilassato i tuoi risultati non sarebbero dei migliori perché rischieresti di fare errori di distrazione. Nel concreto quando senti di doverti rilassare e concentrare meglio, metti una mano sulla tua pancia ed inizia a fare delle respirazioni profonde. Falle lentamente e se senti che dopo un po’ inizia a girarti la testa è normale ma non esagerare.

Solamente applicando questi due consigli ti renderai conto che la tua produttività aumenterà e che riuscirai a gestire meglio ansia e stress. 

Se proprio non dovessi riuscirci, CONTATTACI e troviamo insieme la soluzione più adatta a te.